La Statale ha trovato l′editore

La Statale ha trovato l′editore

Il nome è anglosassone, che fa più college: Brixia University Press. L′idea, del resto, è in effetti molto college. Pubblicare le opere scientifiche dell′Università degli Studi di Brescia. Tutte, dalla prima all′ultima. Con l′intento di venderle anche all′estero. A garantire l′eccellenza, ci pensano l′ateneo cittadino, con i suoi cervelli, e l′Editrice La Scuola, con la sua esperienza ultracentenaria.
Del comitato scientifico della Brixia University Press fanno parte PierFranco Spano, Saverio Regasto, Maurizio Tira, Terenzio Maccabelli e Antonino Sommariva (per l′Università), Ilario Bertoletti, Fulvio de Giorgi e Marco Roncalli (per l′Editrice La Scuola). Di quello tecnico PierFranco Spano e Paolo Panteghini (per l′Università), Carlo Agnini, Emilia Strada e Paolo Zirotti (per l′Editrice La Scuola). L′accordo durerà almeno quattro anni. Sergio Pecorelli, rettore dell′Università, spiega: “Si tratta di una partnership di grande spessore, da cui trarranno beneficio tutti. Gli studenti, certo, ma anche l′intera città. Saremo il punto di riferimento delle pubblicazioni accademiche bresciane. E internazionali, perchè no”. Le facoltà provvederanno alla materia prima, testi e studi da pubblicare. L′Editrice La Scuola, invece, penserà a stampa, distribuzione, editing e promozione delle opere, integrate sul web. Lo dice il presidente della casa editrice, Luciano Silveri: “Grazie al nostro supporto, la Statale raggiungerà in modo ancora più capillare tutti gli utenti interessati”.

Alessandra Troncana

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.